Ora alternativa: un’altra lezione è possibile

Nei giorni in cui anche il ministro Profumo si accorge dell’anomalia tutta italiana dell’ora di Insegnamento della Religione Cattolica (in breve IRC), vogliamo dare notizia di un’iniziativa portata avanti da alcuni genitori, fra cui un nostro associato, durante l’anno scolastico 2011/2012.

Presso l’Istituto Mordani di Ravenna (Secondo Circolo Didattico), alcuni bimbi non frequentanti l’IRC non potevano usufruire di una materia di insegnamento alternativa, situazione che purtroppo non è rara nelle scuole italiane.

Ebbene, per risolvere questo problema è stato presentato ed approvato un progetto che ha previsto alcuni cicli di lezioni e laboratori tenuti, in compresenza con l’insegnante responsabile dell’ora alternativa, da operatori volontari e qualificati provenienti dalle Istituzioni, dalla società civile, dal volontariato, dall’associazionismo organizzato, dall’attività professionale.

Lo scopo è stato duplice:
— Offrire una collaborazione positiva per la scuola dalla società civile
— Creare attenzione attorno alla qualificazione dell’ora alternativa

L’attività ha interessato gli alunni delle classi IVA e IVB dell’anno scolastico 2011/2012, non frequentanti l’IRC. Si sono prestati per questo progetto, con 2 incontri di 2 ore ciascuno: Roberto Papetti (operatore didattico), Monica Piancastelli (operatore didattico), Piero Zama: (operatore teatrale), Alan D’amico: (illustratore e scultore), Gianluca Pipitone (Polizia di Stato), Loretta Masotti (insegnante in pensione), Stefano Tedioli (fotografo). Si tratta di operatori provenienti da tutta la Romagna; ed almeno altrettanti operatori avevano dato la propria disponibilità.

Il servizio è stato fornito gratuitamente, senza oneri né per la scuola né per gli alunni.

Come Circolo Uaar di Ravenna, appoggiamo pienamente quanto fatto e auguriamo il diffondersi di simili iniziative in tutta Italia. Siamo disponibili, per chi fosse interessato, a collaborare con la nostra piccola esperienza.
Per maggiori informazioni e contatti:  Tiziano, 339 4131783  –  tfiorini@racine.ra.it

Questa voce è stata pubblicata in Informazioni, Scuola. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Ora alternativa: un’altra lezione è possibile

  1. gabriele fabbri scrive:

    Con un po di pazienza e volontà non è difficile trovare soluzioni come dimostrato dal caso sopra esposto. Il problema diventa enorme e irrisolvibile quando si va a calpestare l’orticello della chiesa. Un applauso a tutte le persone che si sono rese gratuitamente disponibili alla realizzazione del progetto…fantastiche

  2. Beatrice scrive:

    Perché Roberto Papetti, che non so quali poteri magici abbia coi bambini tanta la capacità di catturare la loro attenzione, non viene anche nella scuola di mio figlio, la Pascoli di via scuole pubbliche di Ravenna? Anche noi abbiamo lo stesso problema: i bambini che non fanno religione vanno nelle altre classi come “tutor”: di per sè è una buona iniziativa, ma è un escamotage volto a coprire la mancanza di un ‘ora alternativa.

  3. admin scrive:

    Beatrice ciao,
    Roberto è stato invitato (così come gli altri operatori coinvolti) direttamente dai genitori che hanno dato vita a questo progetto.
    Perché non provate anche voi ad organizzarvi? Se contatti Tiziano, i cui riferimenti sono a fine articolo, sicuramente saprà consigliarti.

  4. Beatrice scrive:

    Questo è il primo anno che il mio bambino frequenta la Pascoli, ci siamo trasferiti da poco per questo motivo non conosco i genitori ma proverò a parlarne alle maestre. Grazie per le informazioni, vedrò se si può fare qualcosa!

  5. admin scrive:

    Grazie a te. Facci sapere se organizzate qualcosa.

  6. Interessante
    Questa notizia è stata ripresa su:
    http://www.facebook.com/oradireligioneorabasta

  7. gianluca scrive:

    molto interessante. Anche i miei figli (scuole nelel ville unite) hanno lo stesso problema. Contatterò Tiziano per avere più informazioni grazie

  8. MAURIZIO TOSI scrive:

    SONO DOCENTE DI PRIMA FASCIA PRESSO IL DIPARTIMENTO DI ARCHEOLOGIA DELL’ALMA MATER ED HO LA CATTEDRA DI PALETNOLOGIA. INSEGNO PRESITORIA E PROTOSTORIA A RAVENNA ED A BOLOGNA. MOLTO DEL MIO LAVORO DI RICERCA E’ INDIRIZZATO SULL’EVOLUZIONE CULTURALE E LA NASCITA DELLA CIVILTA’.
    MIO FIGLIO, VITTORIO TOSI DI 6 ANNI, FREQUENTA QUEST’ ANNO LA PRIMA ELEMENTARE AL MORDANI, IN CLASSE I B. CONOSCO BENE IL CORPO DOCENTE, PERCHE’ LA MIA PRIMA FIGLIA, ANGELICA TOSI, HA FREQUENTATO PROPRIO AL MORDANI TUTTE LE ELEMENTARI. IN BUONA SINERGIA CON LE DOCENTI, SOPRATTUTTO LA MAESTRA KATJA GOBI, HO ANCHE TENUTO DUE LEZIONI AI BAMBINI SUL TEMA “CHE COSA VUOL DIRE ESSERE UMANI” ILLUSTRATO DA POWERPOINTS PREPARATI ADHOC.
    PERALTRO HO LAVORATO MOLTI ANNI SIA IN INDIA SIA NEI PAESE ISLAMICI CON PROGETTI MIRATI A CAPIRE L’ORIGINE DELLE LORO CIVILTA’ E CON ESSE LE RELIGIONI INDUISTA, BUDDHISTA E ISLAMICA.
    SONO DISPONIBILE A PARTECIPARE AL PROGRAMMA E STARE UN PO’ CON I BAMBINI NELL’IAR PER RACCONTARE LORO SIA L’ORIGINE DELL’UOMO, SIA LE CIVILTA’ ALTRE CON I LORO VALORI COMPRESI QUELLI RELIGIOSI.
    CORDIALI SALUTI ATUTTI

  9. admin scrive:

    Maurizio salve, quello che lei scrive è molto interessante e la sua colalborazione potrà risultare preziosa. La invitiamo a contattare Tiziano, comunque terremo certamente presente la sua disponibilità

  10. Pingback: merc 14/11: incontro mensile del circolo + incontro con Maurizio Tosi | UAAR – Circolo provinciale di Ravenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + 20 =