DIO NON ODIA LE DONNE

Oggi ho ricevuto copia di un articolo pubblicato sul settimanale Risveglio 2000 dell’Archidiocesi di Ravenna-Cervia in cui si critica la scrittrice Giuliana Sgrena per il suo libro “Dio odia le donne”. Per chi avrà la pazienza di leggerli, riporto gli articoli e la mia risposta appena inviata, con la speranza di essere pubblicato.

Gentile Direttrice, mi chiamo Claudio Pagnani, un attivista della Uaar e, ho avuto modo casualmente di leggere il suo articolo “Dio non odia le donne” sul settimanale da lei diretto nel quale critica la scrittrice Giuliana Sgrena in merito al suo libro “Dio odia le donne” con il quale sostiene il contrario.
Lei a sostegno della infondatezza delle tesi della scrittrice “comunista” (d’altra parte è l’autrice stessa a definirsi tale) porta alcuni esempi in cui diverse donne, non ultima Maria, la madre di Dio, sono invece al centro dell’attenzione della divinità, pertanto non è affatto vero che le odi. In aggiunta , afferma anche che la stessa non porta nessuna esegesi a sostegno di quanto afferma nel suo libro. Eppure nelle “Sacre Scritture” di esempi in cui la “divinità” fa di queste affermazioni ce ne sono molte a cominciare propria da Eva che, voi credenti ritenete la madre di tutti noi : Gen 3-4 vers.16:
“ Moltiplicherò i tuoi travagli e le doglie delle tue gravidanze, nella sofferenza partorirai figliuoli; verso tuo marito ti spingerà il tuo desiderio ed egli dominerà su di te.”

Non mi dilungo a cercare fra le pagine dell’Antico e del Nuovo Testamento , quante siano le affermazioni violente di un Dio che dovrebbe essere “padre/madre” di tutto il genere umano e non mi pare proprio il caso di portarlo a esempio.
Tuttavia se lei non si fosse fermata a leggere sola la “quarta di copertina”, ma avesse letto qualche pagina in più, si sarebbe accorta che l’autrice addossa la responsabilità delle religioni agli uomini che l’hanno presa a pretesto per dominare sulla donna. Non solo, ma viene presa a pretesto per dare una sorta di “legittimazione sacra” a quanto affermato e insegnato dalle Gerarchie Ecclesiastiche per il controllo delle coscienze di tutte e tutti.
D’altra parte è solo nella religione cristiano cattolica , nella ebraica e nella musulmana che le donne non sono ammesse al sacerdozio, in quanto il “Profeta o la divinità” erano maschi. Fino a non molti anni fa, Maria di Magdala, era ritenuta la prostituta cui Gesù aveva perdonato i suoi peccati; le donne non possono essere ammesse dinanzi alla divinità perché hanno le mestruazioni e da sempre il sangue è ritenuto impuro e il sesso un tabù. Il patriarcato predicato dalle tre religioni monoteiste in particolare, è dinanzi agli occhi di tutti. Non bastano certo i pochi monasteri femminili con una certa autonomia portati a esempio da lei. Le potrei citare un’altra donna Maria del Carmen Tapia ex Numeraria dell’Opus Dei nel suo libro: Oltre la Soglia, ed.Baldini & Castoldi 1996 ,in cui critica fortemente quell’apparato fortemente maschilista e del culto della “persona” per il suo fondatore :San Josemaria Escrivà de Balaguer.

Quanto alla carità cristiana, la chiesa dei poveri, cui fa spesso riferimento Papa Francesco , ebbene lo Stato del Vaticano è lo Stato più piccolo del mondo, ma il più ricco del mondo. Non stride con i principi cui si ispirano i Vangeli e lo stesso pontefice ? Dice: chi sono io per giudicare? Eppure quando lo Stato Francese invia il proprio candidato quale Ambasciatore presso la Santa Sede, Laurent Stefanini, cattolico praticante ma gay, allora non danno risposta. (http://www.corriere.it/…/ambasciatore-vaticano-francia-gay-…)
Si condannano l’aborto, il divorzio, l’eutanasia e non si tiene in alcun conto che queste esigenze sorgono spontanee da una domanda di assunzione di “responsabilità”, di libertà decisionale del tutto personale. Noi atei riteniamo che il solo genere umano sia responsabile delle proprie azioni e solo a noi la colpa o il merito, a seconda delle circostanze, dell’esito delle nostre azioni. Non c’entrano nè Dio, nè le religioni che sono solo uno strumento in mano alla casta sacerdotale per decidere quale educazione, quali regole impartire con la complicità dei tanti devoti laici.
Quante guerre e quanti stermini sono stati fatti in nome di una religione e quanti invece in nome della laicità?
Concludo pertanto, auspicando di trovare ospitalità nel suo settimanale e, permettendomi una piccola precisazione: Giuliana Sgrena è stata sequestrata nel 2005 non nel 2015 come da lei riportato, ma credo sia dovuto solo ad un errore di stampa.
Distinti saluti
Claudio Pagnani
Uaar Prov.Ravenna

 

sgrena1sgrena2

Pubblicato in Informazioni | Lascia un commento

ORA ALTERNATIVA

Questa mattina abbiamo inviato una comunicazione a tutte le scuole di ogni ordine e grado della provincia di Ravenna, per invitare le/i Dirigenti Scolastici ad attivare l’Ora Alternativa all’insegnamento della religione cattolica, insieme ai Cobas Scuola di Ravenna. Nella missiva, abbiamo anche segnalato la delibera adottata dal Comune di Ravenna nel mese di ottobre 2016, con la quale viene riconosciuta una cedola libraria agli alunni frequentanti le scuole primarie per le attività alternative all’insegnamento della religione cattolica. E’ necessario che il Collegio Docenti adotti formale delibera per l’acquisto di libri di testo oppure strumenti alternativi in coerenza con il POF,l’ordinamento scolastico e il limite di spesa stabilito per ciascuna classe o corso ai sensi dell’art.6 L. 128/2013. Il Comune riconosce la cedola libraria, per lo stesso importo riconosciuto dal MIUR per i testi di religione, alle famiglie richiedenti.

 

Lettera Cobas-UAAR avvio attività alternative

Pubblicato in Ora alternativa insegnamento religione cattolica | Lascia un commento

RINNOVATA LA CONVENZIONE CON LA FISM DAI COMUNI DELLA BASSA ROMAGNA

E’ stata rinnovata da parte dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, la convenzione con la  FISM (Federazione Italiana Scuole Materna) di area cattolica , in continuità con il tentativo di cedere sempre più la gestione diretta delle scuole dell’infanzia da parte del “Pubblico” a vantaggio del privato.

http://www.ravennatoday.it/cronaca/bassa-romagna-rinnovo-convenzione-scuole-materne.html

Viene quindi a cadere un mito di cui si poteva vantare la nostra Regione, in quanto aveva fatto della gestione diretta delle scuole, un fiore all’occhiello invidiatoci e copiato anche all’estero.

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2016/11/06/news/asili_nido_comunali_vacilla_il_mito_dell_emilia_romagna-151428954/

 

Anche se la maggior parte delle scuole dell’infanzia da zero a sei anni, rimane comunque in mani pubbliche, è però un segnale di allarme questo continuo passaggio dal “pubblico” al privato.

 

Pubblicato in Informazioni, Scuola | Lascia un commento

GIULIANA SGRENA A RAVENNA

Informiamo che venerdì 11/11/2016 Giuliana Sgrena sarà a Ravenna per la presentazione del suo ultimo libro “Dio odia le donne” presso e in collaborazione con il Mama’s Club, in via San Mama 75 alle ore 21,30.

Insieme a lei, per intervistarla e condurre la serata, ci sarà un’altra giornalista professionista, nostra concittadina Carla Baroncelli.

L’incontro è pubblico e l’ingresso è gratuito. Si ricorda tuttavia, che è necessario avere la tessera ARCI che può essere rilasciata anche la sera stessa.

Dio odia le donne_

dio odia le donne_htm

Pubblicato in Iniziative pubbliche | Lascia un commento

BANCHETTO SABATO 5/11/2016

Ricordiamo che sabato 5/11/2016 saremo presenti con un banchetto in P.zzetta Einaudi (vicino via Diaz e P.zza Garibaldi) dalle ore 15,30 alle 17,30.

In caso di maltempo (probabili piogge), saremo alla Coop di Via Faentina, stesso orario.

Il banchetto sarà dedicato alla Giornata Mondiale su una morte Dignitosa che è stata rilanciata dalle Federazioni Internazionali Umaniste e insieme alla Exit-Italia.

 

Pubblicato in Informazioni | Lascia un commento

RIUNIONE DI CIRCOLO DEL 9/11/2016

Gentile amica/o, comunico che mercoledì 9/11/2016 ci sarà la nostra consueta riunione mensile alle ore 21,00 presso l’Arci di Ravenna in via G. Rasponi 5 con il seguente                                                                                          O.d.G.

1) Programmazione DD 2017
2) Iscrizioni e/o rinnovo per il 2017
3) Banchetti
4) Varie

Ricordo che è confermata la serata presso il Mama’s Club di Ravenna per venerdì 11/11/2016 alle ore 21,30 con Giuliana Sgrena, in cui sarà presentato il suo ultimo libro “Dio odia le donne”. Ad intervistarla ci sarà Carla Baroncelli giornalista professionista di Ravenna. Ingresso gratuito riservato ai soli possessori di tessera ARCI valida per l’anno in corso. La tessera può essere fatta anche la sera stessa.

Dio odia le donne

Mail: ravenna@uaar.it
Web: http://ravenna.uaar.it
FB: www.facebook.com/groups/107033765983683/
Mostra Opere d’Arte: www.Laik-id.it

Pubblicato in Incontri del circolo | Lascia un commento

RESOCONTO RIUNIONE DI CIRCOLO DEL 12/10/2016

Gentile amica/o, di seguito un breve resoconto della riunione di cui all’oggetto:

Inizio riunione ore 21,00
Presenti 6 soci/e iscritti/e:  Giovanna, Valeria, Tamara, Elio, Andrea e Claudio.
Presidente Assemblea: Claudio Pagnani
Verbalizzante: Giovanna Montanari
O.d.G.
1) Darwin Day. Per il prossimo mese di Febbraio 2017, si è deciso di contattare un Docente universitario dell’Università di Bologna, Distaccamento di Ravenna: Giorgio Gruppioni.  Di seguito un link per opportuna conoscenza:  ( https://www.unibo.it/sitoweb/giorgio.gruppioni/).
In base alla risposta, si deciderà il luogo, la data e gli orari.
2) Banchetti:  è confermato per sabato 15/10/2016 un banchetto in P.zza XX Settembre dalle ore 15,30/16,00 alle ore 18,00/18,30.
In caso di pioggerella lo si farà presso la COOP di Via Faentina a Ravenna con gli stessi orari.
3) Confermiamo la serata con Giuliana Sgrena presso il Mama’s Club di Ravenna, sito in via San Mama 75 per venerdì 11/11/2016 alle ore 21,30 che presenterà il suo ultimo libro: Dio odia le donne.
A presentarla e intervistarla, ci sarà un’altra giornalista professionista, Carla Baroncelli di Ravenna.
Qui il link:   (http://www.mamasclub.it/calendariovenerdì.htm)
Informiamo inoltre che sempre presso il Mama’s Club, venerdì 06/01/2017 alle ore 21,30 ci sarà un incontro sul tema: AMMAZZAPRETI dedicata alla Ravenna “anticlericale e giacobina” . Vedasi link di cui sopra.
La riunione si conclude alle ore 23,15

Il Presidente: Claudio Pagnani
La Verbalizzante: Giovanna Montanari

 
Mail: ravenna@uaar.it
Web: http://ravenna.uaar.it
FB: www.facebook.com/groups/107033765983683/
Mostra Opere d’Arte: www.Laik-Aid.it

Pubblicato in Incontri del circolo | Lascia un commento

Oneri Urbanizzazione Secondaria e Assistenza Religiosa negli ospedali

Nei mesi scorsi abbiamo scritto ai Sindaci dei Comuni presenti nella nostra Provincia, chiedendo  loro un  preciso impegno circa l’erogazione di denaro pubblico devoluto a favore delle confessioni religiose,  che con lo Stato,  hanno definito un accordo (OU2) e per l’assistenza religiosa che viene assicurata nei nostri ospedali (Ravenna, Faenza e Lugo ) oltre al presidio di Cervia, con relativi costi a carico delle ASL. Sono anni che chiediamo la cessazione di questi oneri (OU2)  incassati dai Comuni ed elargito alla Chiesa Cattolica, ai Testimoni di Geova e alla Comunità Ebraica di Lugo per la manutenzione, ristrutturazione e costruzione ex-novo di edifici di culto,  nella misura del 7%. C’è stata   di recente  una precisazione da parte della Regione Emilia Romagna che ha dichiarato non sussistere  nessun obbligo da parte degli Enti Locali ad erogare denaro pubblico per questo scopo, fatta salva la libertà di deliberarle preventivamente .

Lo stesso vale per i conforti religiosi negli ospedali con relativi costo a carico della collettività, per i quali chiediamo l’azzeramento e la cessazione.

Riporto il contenuto della nostra richiesta e sotto la riposta del Sindaco di Lugo.

Gentile Sindaco, mi chiamo Claudio Pagnani e sono un componente della UAAR (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti) della Prov.di Ravenna. Le scrivo per due precise richieste, che come LAICO mi stanno particolarmente a cuore:

La prima riguarda gli Oneri Urbanizzazione Secondaria che il nostro Comune destina nella misura del 7% agli edifici di culto. Recentemente è stato espresso un “parere” da parte della nostra Regione ( L.R. 849/98 che regola il tutto)  secondo la quale  NON E’ FATTO OBBLIGO ALCUNO ai Comuni di destinare dette somme alla costruzione, manutenzione degli edifici di culto.

Pertanto mi aspetto che il Comune,  non dica più che è obbligato per legge a farlo, ma sarà una  “espressa volontà” della Amministrazione continuare a devolvere denaro a tale scopo.

Vedi link .

file:///C:/Users/xxx/Documents/OU2/Emilia%20Romagna%20%20niente%20pi%C3%B9%20fondi%20da%20oneri%20di%20urbanizzazione%20agli%20enti%20religiosi%20-%20A%20ragion%20veduta.htm

 

La seconda questione riguarda l’Assistenza religiosa A PAGAMENTO nelle nostre ASL della Provincia (Ravenna-Faenza-Lugo) e presidio ospedaliero di Cervia. C’è una convenzione fra ASL e Curia Diocesana territorialmente competente, sulla  base di una Legge Naz.le (23/12/1978 n.833 artt. 38 e 41- parzialmente rivista con la Legge 27/10/1993 n.423) e una Legge Regionale (10/4/1989 n. 12) che prevede tale assistenza nei nostri ospedali, garantita 24 ore su 24 cui compete un costo a carico della ASL. Nel nostro caso, Prov.Ravenna,  il costo annuo è di euro 136.000, con validità quinquennale per un costo complessivo di 680.000 euro. Naturalmente queste somme affluiscono direttamente alla Curia, non certo al sacerdote che offre detti conforti.

Trovo del tutto inqualificabile ed inaccettabile che una missione come quella di offrire assistenza religiosa a chiunque ne faccia richiesta e,   parte integrante della così detta “carità cristiana”,preveda invece  un “compenso in denaro”! Ovviamente nel costo è  compreso anche lo spazio (una cappella con suppellettili, un ufficio con gli arredi e le attrezzature) e tutte le spese di manutenzione, telefono,luce ,acqua,gas ecc.ecc. Esiste una convenzione che scade appunto al 31/12/2016 e rinnovabile di anno in anno per tre anni successivi.

file:///C:/Users/xxx/Documents/Assistenza%20Religiosa%20ospedali/Assist.Relig.%2010%20aprile%201989%20n.%2012%20E.R..htm

https://www.dropbox.com/sh/trarla2g08ruj6g/AAB57XP1VQSCX-MXVOGnrzaPa/Convenzioni%20di%20AVR/AUSL%20Ravenna.pdf?dl=0

file:///C:/Users/xxx/Documents/Assistenza%20Religiosa%20ospedali/Legge%2023%2012%201978%20n.%20833%20SSN%20Trova%20Norme%20&%20Concorsi%20-%20Normativa%20Sanitaria.htm

Lei in quanto Sindaco,  ha voce in capitolo dal momento che  fa parte della Conferenza Permanente per la programmazione sanitaria regionale .

 

In attesa di cortese riscontro , la ringrazio e porgo distinti saluti.

Claudio Pagnani

Uaar Prov. Ravenna

OU2 Risposta Sindaco Lugo 1

OU2 Risposta Sindaco Lugo

Assistenza religiosa Risposta sindaco Lugo

 

 

Pubblicato in Informazioni | Lascia un commento

RIUNIONE DI CIRCOLO DEL 12/10/2016

Gentile amica/o, comunico che mercoledì 12/10/2016 alle ore 21,00 ci sarà la nostra riunione di circolo in via G. Rasponi 5 a Ravenna con il seguente O.d.G.

1) Darwin Day
2) Varie ed eventuali

Approfitto della circostanza per trasmettervi un appello,  pervenutoci dal circolo UAAR di Ancona,  con la richiesta di firmare una petizione che assicuri l’applicazione e il rispetto della Legge 194/78 sull’interruzione volontaria di gravidanza (IVG) che nella Regione Marche (come in tante altre), rischia di essere compromesso per l’alta adesione all’obiezione di coscienza. Qui il link:
<https://www.change.org/p/anche-nelle-marche-un-servizio-autonomo-e-con-medici-non-obiettori-per-la-interruzione-volontaria-di-gravidanza?

Mi auguro che ci sia una forte condivisione e diffusione presso i vostri contatti. Grazie

Claudio Pagnani

Mail: ravenna@uaar.it

FB: www.facebook.com/groups/107033765983683/

Mostra Opere d’Arte: www.Laik-Aid.it

Pubblicato in Incontri del circolo | Lascia un commento

ORA ALTERNATIVA ALL’INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA

Giovedì 15 settembre 2016 apriranno le scuole, e migliaia di studenti cominceranno o ri-cominceranno le lezioni. Ricordo loro, ai loro genitori , ai docenti e relativi Dirigenti scolastici che il POF (Programma offerta formativa) deve comprendere anche l’ora alternativa all’insegnamento della religione cattolica. La scelta che ciascuno ha fatto al momento dell’iscrizione all’anno scolastico 2016/2017 avvenuta negli scorsi mesi di gennaio/febbraio , va rispettata al pari di qualsiasi altra materia di studio. Quindi invito tutt* coloro che hanno optato per l’insegnamento dell’ora alternativa,i genitori e i docenti a rivendicarla, rivolgendovi ai vostri D.S. Tale scelta è “un DIRITTO” non una gentile concessione ed è prevista per legge. La stessa legge fornisce anche i chiarimenti circa i fondi messi a disposizione esplicitamente per l’insegnamento dell’ora alternativa e i docenti preposti a tale scopo. L’UAAR (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti) è a disposizione per fornire a chiunque ne faccia richiesta, informazioni, chiarimenti ed approfondimenti al seguente sito:

https://www.uaar.it/laicita/ora-di-religione/

 

Per scriverci: ravenna@uaar.it

 

Pubblicato in Informazioni | Lascia un commento