STORICA SENTENZA DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA

Storica sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea in tema di ICI (Imposta Comunale Immobili) a carico delle scuole paritarie private (in massima parte di area cattolica), verso le quali ha opposto ricorso la Scuola Montessori (scuola privata) circa il pagamento di questa tassa. Lo Stato Italiano, stabilisce la sentenza, è tenuto a recuperare tali somme, considerate aiuti di stato, ribaltando ed annullando le precedenti sentenze della Commissione Europea del 2012 e del Tribunale UE del 2016 .

Festeggiamo per tale sentenza e speriamo che lo Stato decida finalmente di porre fine a questi privilegi inopportuni, favorevoli per la chiesa e sfavorevoli ai privati, ma ancor più alla scuola pubblica.

Rimane da capire per quale motivo, detta sentenza, non abbia ritenuto di dover considerare come aiuti di stato anche l’esenzione dell’IMU (Imposta Mobiliare Unica) che è succeduta all’ICI. L’unica spiegazione, secondo noi, è che c’è stata una “genialata” partorita dal Governo Monti che, introducendo una piccola modifica, consentiva alle scuole paritarie private, tale esenzione. La modifica in oggetto è la richiesta di pagamento di una “simbolica retta scolastica” a carico degli studenti.

Qui il nostro comunicato stampa:

http://www.ravennanotizie.it/articoli/2018/11/07/uaar-provincia-di-ravenna-la-chiesa-deve-pagare-lici.html

https://www.ravennaedintorni.it/economia/2018/11/07/adesso-lo-recuperi-gli-arretrati-ici-dalla-chiesa-vale-4-5-miliardi/

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Informazioni. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 − 5 =