PRESIDIO IN DIFESA DELLA LEGGE SULL’ABORTO

Martedì 5 giugno alle ore 18,00 saremo in Piazza del Popolo per un “flash mob” in difesa della legge 194/78 sulla libertà della donna di interrompere la gravidanza. A 40 di distanza dalla sua approvazione e nonostante il calo degli aborti nel nostro Paese, i clericali attraverso i vari “moveimenti pro.vita”, continuano a chiedere la sua abolizione definendoli veri e propri omicidi.

Dopo i fatti di Roma, a maggior ragione noi riteniamo che questa legge sia una buona legge e vada difesa, anzi rafforzata nella sua applicazione poichè l’aumento degli obiettori di coscienza giunta a livelli preoccupanti e pericolosi, ne vanificano la sua validità.  Persone ipocrite e medici compiacenti nei confronti della chiesa , negano la sua validità e utilità. Una legge dello Stato che non viene difesa dalle Istituzioni e messa in pericolo da parte di “devoti laici opportunisti e oscurantisti”, non è accettabile. Lo Stato deve difenderla e fare in modo che venga applicata sull’intero territorio nazionale anche con concorsi aperti al solo personale non obiettore. Quei ginecologi che eventualmente fossero contrari all’aborto, prendano altre specializzazioni.

Questa la situazione nella nostra Regione nel 2016 , ultimi dati disponibili.

 

Questa voce è stata pubblicata in Iniziative pubbliche. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − uno =